Arte di vivere

 

 

deserto

“Quando la tua anima é pronta, lo sono anche le cose”. William Shakespeare

 

 

 

 

Odilon
artist – Odilon Redon

Le temps s’est écoulé comme une rivière , je ne l’ai pas vu passer !
” J’ai compté mes années et j’ai découvert que j’ai moins de temps à vivre ici que je n’en ai déjà vécu.
Je n’ai désormais pas le temps pour des réunions interminables, où on discute de statuts, de règles, de procédures et de règles internes, sachant qu’il ne se combinera rien…
Je n’ai pas le temps de supporter des gens absurdes qui, en dépit de leur âge, n’ont pas grandi.
Je n’ai pas le temps de négocier avec la médiocrité. Je ne veux pas être dans des réunions où les gens et leur ego défilent.
Les gens ne discutent pas du contenu, à peine des titres
Mon temps est trop faible pour discuter de titres.
Je veux vivre à côté de gens humains, très humains.
Qui savent sourire de leurs erreurs.
Qui ne se glorifient pas de victoires.
Qui défendent la dignité humaine et qui ne souhaitent qu’être du côté de la vérité et de l’honnêteté.
L’essentiel est ce qui fait que la vie vaut la peine d’être vécue.
Je veux m’entourer de gens qui savent arriver au coeur des gens.
Les gens à qui les coups durs de la vie ont appris à grandir avec des caresses minces dans l’âme.
Oui… J’ai hâte… de vivre avec intensité, que seule la maturité peut me donner.
J’exige de ne pas gaspiller un bonbon de ce qu’il me reste…
Je suis sûr qu’ils seront plus délicieux que ceux que j’ai mangé jusqu’à présent.- personne n’y échappe, riche , pauvre intelligent , démuni …”
André-Gide

——————

Il tempo é fluito via come un fiume, non l’ho visto passare !
“Ho contato i miei anni ed ho scoperto che ho meno tempo da vivere qui di quanto non abbia mai vissuto.
Non ho più tempo per riunioni senza fine dove si dicutano regole, statuti, procedure e regole interne, sapendo che non se ne farà nulla..
Non ho tempo per sopportare le persone assurde che, nonostante l’età, non sono cresciute.
Non ho tempo per negoziare con la mediocrità. Non voglio partecipare a riunioni dove le persone sfilano con il loro ego.
Le persone non discutono dei contenuti ma solo dei titoli, il mio tempo é troppo breve per discutere di titoli.
Voglio vivere accanto a persone umane, molto umane.
Che sappiano sorridere dei loro errori.
Che difendano la dignità umana e che desiderino essere dalla parte della verità e dell’onestà.
L’essenziale é ciò che rende la vita degna di essere vissuta.
Voglio circondarmi di persone che sappiano arrivare al cuore della gente.
Persone a cui i duri colpi della vita abbiano insegnato a crescere con sottili carezze nell’anima.
Si.. non posso aspettare .. voglio vivere con l’intensità che solo la maturità mi può dare.
Non desidero sprecare una sola caramella di quelle rimanenti..
Sono sicuro che saranno più deliziose di quelle che ho mangiato finora – nessuno vi sfugge, ricco, povero, intelligente, indifeso … ”
André Gide

 

wei wu wei alias terence james stannus gray
Wei Wu Wei – alias Terence James Stannus Gray

Da ‘Fingers Pointing To The Moon’:

Le qualità che possediamo non dovrebbero mai essere una questione di soddisfazione, ma le qualità che abbiamo scartato.

* * *

Non dobbiamo cercare, ma rimanere immobili, per raggiungere l’immobilità e non l’azione.

* * *

Non c’è divenire. TUTTO È.

* * *

Il Santo è un uomo che disciplina il proprio ego. The Sage è un uomo che si libera del suo ego.

* * *

È solo l’ego artificiale che soffre. L’uomo che ha trasceso il suo falso ‘me’ non si identifica più con la sua sofferenza.

* * *

Noi non siamo una parte illusoria della Realtà;  siamo piuttosto concepiti illusoriamente dalla Realtà stessa.

* * *

Non siamo vespe che passano tutto il giorno in un infruttuoso tentativo di attraversare un vetro della finestra – mentre l’altra metà della finestra è spalancata?

* * *

Il distacco è uno stato, non è una totalità delle indifferenze raggiunte.

* * *

L’idea che la vita umana abbia un valore maggiore di qualsiasi altra forma di vita è ingiustificabile e arrogante.

* * *

Gli uomini saggi non giudicano: cercano di capire.

* * *

Quanti dei modi (discipline, esercizi, pratiche) raccomandati come utili, o persino necessari, per il raggiungimento del Satori non sono in realtà che le conseguenze di quello stato erroneamente suggerito come mezzo?

* * *

Ci sono due tipi di ricercatori: quelli che cercano di rendere il loro ego qualcosa di diverso da quello che è, cioè santo, felice, altruista (come se si potesse rendere un pesce non adatto), e coloro che capiscono che tutti questi tentativi sono solo un gesticolare e una recitazione, che c’è solo una cosa che può essere fatta : disidentificarsi dall’ego, realizzando la sua irrealtà e diventando consapevoli della nostra identità eterna con il puro Essere.

 

 

venezia

“Prima di cercare la guarigione di qualcuno, chiedigli se è disposto a rinunciare alle cose che lo hanno fatto  ammalare”. Ippocrate

 

 

uccellino in voo

Le corps de souffrance ne désire pas que vous l’observiez directement parce qu’ainsi vous le voyez tel qu’il est.

En fait, dès que vous ressentez son champ énergétique et que vous lui accordez votre attention, l’identification est rompue.
Et une dimension supérieure de la conscience entre en jeu.
Je l’appelle la présence.
Vous êtes dorénavant le témoin du corps de souffrance.
Cela signifie qu’il ne peut plus vous utiliser en se faisant passer pour vous et qu’il ne peut plus se régénérer à travers vous.
Vous avez découvert votre propre force intérieure.
Vous avez accédé au pouvoir de l’instant présent.

Eckhart Tolle

 

sul treno

…Certi esseri non sono né nella società né in
un sogno. Appartengono a un destino isolato,
a una sconosciuta speranza. I loro atti apparenti
sembrano anteriori alla prima imputazione del
tempo e della noncuranza celeste. L’avvenire fonde
davanti al loro sguardo.
Sono i più nobili e i più inquietanti…
..
( René Char )

« Quelques êtres ne sont ni dans la société ni dans une rêverie. Ils appartiennent à un destin isolé, à une espérance inconnue. Leurs actes apparents semblent antérieurs à la première inculpation du temps et à l’insouciance des cieux. L’avenir fond devant leur regard. Ce sont les plus nobles et les plus inquiétants. »

René Char, Le Nu perdu, Œuvres complètes,

Bibliothèque de la Pléiade, p. 451

 

ciotolag

Essere un bon terapeuta è un lavoro molto difficile. Un buon terapeuta deve essere immensamente compassionevole, perché non saranno le sue Tecniche terapeutiche ad aiutare le persone, ma il suo amore.

Quando si tratta di curare le ferite dell’essere umano, niente può essere paragonabile all’amore. Le tecniche possono essere utili quando vengono utilizzate come supporti, ma  ciò che è davvero essenziale non è la tecnica, ma un cuore amorevole. Osho

 

bimbi in gioco

 

“Già solo per via dei colori sarebbe bello vivere in eterno” (Elias Canetti).

 

 

botticelli
artist – Sandro Botticelli

“Un homme de paix n’est pas un pacifiste, un homme de paix est simplement un espace de silence. Il impulse une nouvelle sorte d’énergie dans le monde, il chante une chanson nouvelle. Il vit d’une façon totalement neuve.
Sa manière même de vivre est du domaine de la grâce, de la prière, de la compassion.
Qui que ce soit qu’il touche, il crée davantage d’énergie d’amour.
L’homme de paix est créatif.
Il n’est pas contre la guerre, car être contre quoi que ce soit, c’est être en guerre. Il n’est pas contre la guerre, il comprend simplement pourquoi la guerre existe. Et à partir de cette compréhension, il devient paisible.
C’est seulement lorsqu’il y aura beaucoup de gens qui seront des fontaines de paix, de silence, de compréhension, que la guerre disparaîtra.”
Osho

 

mano e argento..

Gurdjieff alla figlia Reyna
Fissa la tua attenzione su te stessa.
Sii cosciente in ogni istante di ciò che pensi, senti, desideri e fai.
Finisci sempre quello che hai iniziato.
Fai quello che stai facendo nel migliore dei modi possibili.
Non t’incatenare a niente che alla lunga ti distrugga.
Sviluppa la tua generosità senza testimoni.
Tratta ogni persona come se fosse un parente stretto.
Metti in ordine quello che hai disordinato.
Impara a ricevere, ringrazia per ogni dono.
Smetti di autodefinirti.
Non mentire né rubare, se lo fai, menti e rubi a te stessa.
Aiuta il tuo prossimo senza renderlo dipendente.
Non occupare troppo spazio.
Non fare rumore né gesti innecessari.
Se non la possiedi, imita la fede.
Non lasciarti impressionare da personalità forti.
Non impossessarti di niente né di nessuno.
Distribuisci equitativamente.
Non sedurre.
Mangia e dormi lo strettamente necessario.
Non parlare dei tuoi problemi personali.
Non giudicare né discriminare quando non conosci la maggior parte dei fatti.
Non stabilire amicizie inutili.
Non seguire mode.
Non venderti.
Rispetta i contratti che hai firmato.
Sii puntuale.
Non invidiare i beni o gli esiti del prossimo.
Parla solo di ciò che è necessario.
Non pensare nei benefici che ti procurerà la tua opera.
Giammai minaccia.
Realizza le tue promesse.
In una disputa, mettiti nei panni dell’altro.
Ammetti che qualcuno ti superi.
Vinci le tue paure.
Aiuta all’altro ad aiutare sé stesso.
Vinci le tue antipatie ed avvicinati alle persone che desideri rifiutare.
Trasforma il tuo orgoglio in dignità.
Trasforma la tua collera in creatività.
Trasforma la tua avarizia in rispetto per la bellezza.
Trasforma la tua invidia in ammirazione per i valori dell’altro.
Trasforma il tuo odio in carità.
Non ti lodare né ti insultare.
Tratta ciò che non ti appartiene, come se ti appartenesse.
Non lamentarti.
Sviluppa la tua immaginazione.
Non dare ordini solo per il piacere di essere obbedito.
Paga i servizi che ti danno.
Non fare propaganda delle tue opere o idee.
Non cercare di risvegliare negli altri, sentimenti verso di te come: pietà, simpatia, ammirazione, complicità.
Non trattare di distinguerti per la tua apparenza.
Non contraddire mai, solo taci.
Non contrarre debiti, acquista e paga subito.
Se offendi qualcuno, chiedigli scusa.
Se l’hai offeso pubblicamente, scusati in pubblico.
Se ti rendi conto di aver detto qualcosa di sbagliato,
non insistere in quell’errore per orgoglio e desisti
immediatamente dai tuoi propositi.
Non difendere le idee antiche, solo perché fosti tu chi le enunciò.
Non conservare oggetti inutili.
Non decorarti con idee altrui.
Non fotografarti insieme a personaggi famosi.
Non rendere conto a nessuno; sii il tuo proprio giudice.
Non definirti mai per quello che possiedi.
Non parlare mai di te senza concederti la possibilità di cambiare.
Renditi conto che niente è tuo.
Quando ti chiedono la tua opinione su qualcuno o qualcosa, di solamente le sue qualità.
Quando ti ammali, invece di odiare quel male, consideralo tuo maestro.
Non guardare con la coda dell’occhio, guarda fisso.
Non dimenticare i tuoi morti, però riserva loro un luogo limitato che impedisca loro di invadere la tua vita.
Nel luogo in cui vivi, riserva sempre un posto a ciò che è sacro.
Quando realizzi un servizio non risaltare i tuoi sforzi.
Se decidi di lavorare per gli altri, fallo con piacere.
Se dubiti fra fare e non fare, rischia e fa’.
Non trattare di essere tutto per il tuo compagno; ammetti che cerchi in altri ciò che tu non puoi dargli.
Quando qualcuno ha il suo pubblico, non accudire per contraddirlo e rubargli l’audience.
Vivi di soldi guadagnati da te.
Non ti invischiare in avventure amorose.
Non ti vantare delle tue debolezze.
Non visitare mai nessuno solo per riempire il tuo tempo.
Ottieni per distribuire.
Se stai meditando e arriva un diavolo, fai andare quel diavolo a meditare.