“Lo sguardo innocente”

Lei cosa intende quando dice che l’uomo è profondamente buono?-

– Il nome e la forma appaiono nell’essere e si riassorbono nell’essere. A livello dell’essere, della pura osservazione, non si può nemmeno parlare di bontà. Amore sarebbe il termine più appropriato a questo vissuto.La Bontà sgorga dall’Amore: prima vi é l’Amore e poi la Bontà.Non appena l’uomo si identifica con il nome, con la forma, con ciò che appare e scompare, si separa dalla sua Sorgente, dalla sua finalità, dalla sua realtà. Nascono allora, di conseguenza, l’insicurezza, la paura, i conflitti e in questo caso, effettivamente non può più essere buono. Nell’unità dell’essere non vi è più alcuna opposizione.

Jean Klein, libro in uscita questo settembre 2021*

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...